Blog

Fagiano di monte femmina (Tetraonidi) Lyrus tetrix

Posted by on Mag 28, 2010 in blog | 0 comments

Fotografata tra aprile e maggio periodo degli amori, quando avvengono i combattimenti per il luogo dove eseguire il canto amoroso e per l’ordine gerarchico dei maschi.

Soggetto in forte calo in tutta l’area montana, causa scomparsa dell’ ambiente, caccia, disturbo causato dall’uomo.

Mimetismo

Posted by on Mag 27, 2010 in blog, Notizie dalla Natura | 0 comments

La nostra campagna

Posted by on Mag 25, 2010 in blog | 0 comments

Cielo e Terra

Posted by on Mag 24, 2010 in blog | 0 comments

Una lussureggiante foresta, colorata da varie sfumature di verde primaverile, dona ossigeno, freschezza , tranquillità,   equilibrio per farci vivere in armonia con l’ambiente che ci circonda, difendiamola e rispettiamola sempre.

Salviamo le foreste

Posted by on Mag 23, 2010 in blog, Notizie dalla Natura | 0 comments

Le aree forestali intatte si estendono ancora su 13 milioni di chilometri quadrati, l’8% della superficie emersa: metà delle foreste originarie che ricoprivano il pianeta dalla fine dell’era glaciale è perduta per sempre, e la maggior parte delle residue foreste è frammentata in aree ridotte.

Foreste

Posted by on Mag 17, 2010 in blog, Notizie dalla Natura | 0 comments

Negli ultimi anni mi sto dedicando sempre con più interesse alle foreste, luoghi afascinanti e ricchi di forme di vita, ma purtroppo minacciate ,e in rapida diminuzione in tutto il mondo.

Immagine Lipu 2010

Posted by on Feb 12, 2010 in blog, Notizie dalla Natura, pubblicazioni | 0 comments

Per rendere più accattivante la comunicazione , la Lipu ha scelto una delle mie immagini , gli immaturi di cincia mora .

L’immagie è stata scelta per la nuova tessera soci 2010.

Lipu combatte per conservare la nostra bellissima natura, in modo particolare in difesa degli uccelli, che purtroppo ogni giorno vengono minacciati , dalla mano dell’ uomo.

Con un immagine si racconta moltissimo , sicuramente trasmette emozioni alle persone che, come la Lipu credono in un futuro in cui uomo e natura possano vivere in armonia.

La natura fa parte di noi stessi, difendiamo, rispettiamo, amiamo il nostro ambiente che sa ancora stupirci con la sua inata bellezza.

Gran Paradiso

Posted by on Gen 5, 2010 in blog | 0 comments

Da diversi anni il mio amico Enzo Massa , organizza nel famoso parco dei bellissimi treking fotonaturalistici.

Estate, autunno, inverno, primavera, insomma in tutte le stagioni , con grandi possibilità fotografiche per la fauna del parco.

Si dorme in bei rifugi , si mangia benissimo, è tutti sono molto disponibili e simpatici.

Fatevi un giro merita !!

TREKKING FOTONATURALISTICI 2010
grandi novità per i trekking fotonaturalistici 2010
NITAL
Dal prossimo anno avremo con noi l’importatore italiano delle fotocamere Nikon
che grazie ad un accordo con Alteluci sarà il nostro principale sponsor tecnico
FOTOLIBRO
Alla fine di ogni edizione faremo stampare un fotolibro digitale con le foto scattate durante le escursioni,
il libro verrà poi spedito gratuitamente ad ognuno dei partecipanti
NUOVE DESTINAZIONI
Oltre alle edizioni invernale ed estiva in Valsavarenche sono previste delle edizioni a Cogne (Parco Nazionale Gran Paradiso),
a Champdepraz (Parco Naturale del Mont Avic) e nell’alta Valle d’Aosta (Monte Bianco)
PROGRAMMA
Questo è il programma 2010:
12 13 14  marzo Valsavarenche Hotel Gran Paradiso Parco Nazionale Gran Paradiso
21 22 23  maggio Cogne Hotel La Barme Parco Nazionale Gran Paradiso
7 8 9  luglio Valsavarenche Rifugio Federico Chabod Parco Nazionale Gran Paradiso
24 25 26  settembre Courmayeur da definire Monte Bianco
22 23 24  ottobre Champdepraz Hotel Mont Avic Parco Naturale Mont Avic
ISCRIZIONI
troverete sulla pagina relativa ai trekking fotonaturalistici il form da compilare per effettuare l’iscrizione
inoltre iscrivendovi entro il 6 gennaio avrete diritto ad uno sconto previsto dall’offerta natalizia

Rituali e tradizioni

Posted by on Dic 9, 2009 in blog | 0 comments

La tradizione dice che il 5 dicembre, al calar della luce demoni e spiriti dei boschi conosciuti come Krampus, escono dai boschi e si recano nelle vie dei paesini di montagna alla ricerca di adolescenti, per prenderli a frustate con i rami della Sagina.

Questo serve come rito di iniziazione per farli passare da adolescenti a uomini.

Maschere e costumi molto ben realizzati, una bella tradizione, diffusa nelle nostre montagne ma anche in Slovenia, Austria,Germania.

Tutto ciò mi incuriosiva cosi ho deciso di andare a Tarvisio, a vivere di persona questo momento molto particolare, devo dire che qualche bastonata  è arrivata anche a me, ma nella confusione questo succede, sono riuscito a fare qualche scatto così a diffondere  la conoscenza di tale usanza, e magari invoglio qualcuno a partecipare a questo suggestivo rito.

Andare in Natura

Posted by on Set 30, 2009 in blog, Libri | 0 comments

libro perco

Libro finito di stampare nel mese di giugno 2009 da Effe e Erre .Trento.

Un interessante libro che parla delle fruizioni in natura , scritto dal mio carissimo amico Franco Perco, zoologo di fama internazionale.

Le immagini al suo interno sono quasi tutte di mia proprietà.

Che rapporto ha la fruizione della natura con la sua conservazione?

L’aumento vertiginoso del tempo libero e delle attività sportive negli spazi verdi, fuori città, non crea forse problemi, anche di sovrasfruttamento, di una risorsa che è finita?

Sono i fruitori di questo prezioso beneconsci non solo del loro impatto ma anche del valore di questo utilizzo, dal punto di vista della loro crescita personale?

Aquanto sembra, nessuno delle categorie di questi nouvi e vecchi i “consumatori” di  ambiente si pone responsabilmente il problemadi una non piu rinviabile decrescita dello sfruttamento di un bene che è di tutti.

Adoperando spesso una miscela di ironia e di paradossi, l’autore cerca di introdurre una riflessione su alcuniproblemi fondamentali per la sopavvivenza stessa della Natura selvaggia.

Pregiudizzi scarso senso di responsabilità, ignoranza dei risultati sono i nemici psicologici da battere.

Ma l’ottimismo è possibile, se ogni fruitore saprà comprendere, come si sostiene in questo libro, la propria potenziale “aggressività”.

Per restituire poi alla natua, ma questa volta consapevolmente, quanto le si va togliendo.